Comments

    Avviare un e-commerce step by step

    Avviare un e-commerce step by step

    avviare e-commerce

    Se stai pensando di avviare un e-commerce e vuoi avere successo e guadagnare con quest’attività ci sono una serie di cose che devi sapere per non trovarti impreparato. Il mercato dell’e-commerce rappresenta un’area in grande espansione, sia in Italia che all’estero, anche grazie al suo potenziamento con il Social commerce (in sinergia coi social network, basato sul principio dei commenti e dei feedback degli utenti), ma per sfondare nel settore c’è bisogno di sapere come muoversi, specie all’inizio. Avviare un e-commerce può sembrare semplice con siti che ti permettono di farlo in pochi passi, ma devi stare attento a fare le scelte giuste e valutare tutte le opzioni che ti si aprono.

    Analisi del mercato e burocrazia

    Innanzitutto, quel che devi sapere è che non puoi decidere un bel giorno di avviare la tua attività senza aver analizzato prima il mercato e la concorrenza e senza riconoscimenti a livello legale. Per prima cosa scegli cosa vendere, come e a chi venderlo. Solo al termine di tutte le analisi preliminari e le pratiche burocratiche potrai iniziare a pensare a come realizzare praticamente il contenitore per la tua merce online. A questo punto hai varie opzioni, che valuterai in base alla strategia e al Business Plan che hai identificato. Pensa anche ai metodi di pagamento che accetterai, a come contattare i fornitori ed evadere tutti gli ordini.

    Avviare un e-commerce: parte tecnica

    Con piattaforme guidate

    Questo è il metodo più semplice e veloce per avviare il tuo negozio online, bastano pochi click, anche se sei a digiuno dei linguaggi di programmazione e hai nozioni base di informatica. Esistono vari siti che offrono piattaforme guidate a prezzi variabili in base alla capacità di gestione, personalizzazione e volume vendita disponibili. Come sempre nelle scelte di business non esiste una scelta giusta ma la scelta giusta è quella che più si addice al tuo business model. Attento, però, non sempre è facile iniziare un’attività impegnativa come l’apertura di un negozio online senza il parere tecnico di esperti del settore. Soprattutto bisogna valutare fin dove si intende portare il proprio business.

    Con un CMS

    Per utilizzare un CMS (Content Management System) c’è bisogno di acquistare un dominio personalizzato e uno spazio web sufficientemente grande da ospitare la piattaforma. Esistono diversi CMS, che come nel caso delle piattaforme precostruite offrono possibilità di personalizzazione e volumi di vendita differenti. Ancora una volta, se hai poche conoscenze informatiche e non conosci i linguaggi, ti conviene scegliere CMS tipo WordPress, il cui funzionamento è simile a quello utilizzato per realizzare siti e blog, da espandere con alcuni Plug-in. Attento però, WordPress è semplice da usare ma ti offre possibilità minori rispetto ad altri CMS. Tra i più completi si trova Magento, ma per gli utilizzatori alle prime armi può essere un ambiente molto dispersivo, specie se si intende collegare più negozi online, la gestione in autonomia può diventare difficoltosa. La chiave è non perdersi d’animo, con le giuste consulenze si potrà imparare a muoversi più adagio in questo scenario. Altrettanto completo ma con un grado di complessità per utilizzatori esperti, c’è  Drupal. Meno costosi e complessi sono Joomla e Prestashop, con rese inferiori.

    Appoggiarsi su piattaforme già esistenti

    Per chi avesse negozi fisici e desiderasse creare delle vetrine online, un’alternativa valida alla gestione di piattaforme proprie può essere quella di appoggiarsi su uno store già affermato. Tra i più noti ritroviamo
    E-bay, Amazon o Etsy, con possibilità di abbonamenti, pagamenti per inserzione o commissioni sugli acquisti.

    Strategia di marketing

    Prima accennavamo al Business Plan. Ogni azienda o startup deve avere un piano e una strategia di marketing per poter realizzare profitti. Se non disponi di queste competenze, pur riuscendo a creare una piattaforma digitale ineccepibile non riuscirai ad attirare clienti nel tuo negozio virtuale. Per fare ciò ti servono nozioni di seo e di sem, marketing, comunicazione e copywriting. Queste sono abilità che non si possono improvvisare e sarebbe un errore aver creato un e-commerce potenzialmente di successo che però non vende solo perché le persone non lo conoscono e il motore di ricerca non lo indicizza. Ed è per questo che il migliore consiglio che si possa dare a chi intende avviare il suo e-commerce è di consultare delle figure professionali ad hoc o di affidarsi ad agenzie capaci di offrire pacchetti di consulenza completi.

    Metticela tutta e non demordere, con le giuste idee e le giuste dritte potrai realizzare il tuo e-commerce di successo!

     

    Avviare un e-commerce step by step ultima modifica: 2015-10-22T21:54:33+00:00 da interdigitale
    div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.interdigitale.it/wp-content/uploads/2018/05/bg101.jpg);background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 120px;}